The Book is on the radio

La solitudine del maratoneta – La narrazione di Aldo Rock



La solitudine del maratoneta di Allan Sillitoe in versione podcast (ascoltabile qui) narrato da Aldo Rock e tratto dalla serie di Radio Deejay The Book is on the Radio. 

La voce narrante femminile è di Claudia Cassani, mentre la parte musicale e gli effetti sono curati da DJ Aladyn.

“La solitudine del maratoneta” deve la sua fama in parte a una suggestiva trasposizione cinematografica di Tony Richardson, ma soprattutto allo stile innovativo, e ancor oggi modernissimo, della scrittura di Sillitoe. Il racconto che dà il titolo alla raccolta è un lungo e inarrestabile fiume in piena di sessanta pagine che ripercorre, al ritmo dei suoi passi durante una gara di maratona, i pensieri agitati del protagonista. Colin Smith, un giovane scapestrato rinchiuso in riformatorio, di cui il direttore dell’istituto ha intuito e incoraggiato il talento sportivo, continuerà a chiedersi a ogni passo della sua gara per chi o per cosa stia correndo, trovando l’unica risposta possibile a un passo dal traguardo.

Poi lui svoltò in una macchia d’alberi e cespugli dove non riuscii più a vederlo, e non vedevo più nessuno, e allora compresi che cos’era la solitudine del maratoneta in corsa attraverso la campagna, rendendomi conto che per quanto mi riguardava questa sensazione era l’unica onestà e realtà esistente al mondo e che io, sapendolo, non sarei mai stato diverso, quali che fossero le mie sensazioni in certi momenti, e qualsiasi cosa gli altri cercassero di dirmi.

 

“I grandi si allenano in solitudine e diventano campioni, incontrano il lato selvatico e la loro vita inizia a correre. Segui le vie del cuore e non ti preoccupare, correre a volte è rallentare… Correre è non avere fretta”.  ALDO ROCK

(Visited 1.000 times, 1 visits today)