Crea sito
 SI RIPARTE!  TORNA L'EUSKAL KAZETA CON LO SPECIALE MERCATO REDATTO DAL PUMA

Fazzini:115 milioni per Kakà

Concordi gli altri componenti della lega:"A quella cifra piuttosto ce la teniamo o ci caghiamo addosso"

L'EUSKAL MONDIALE SI RIORGANIZZA POMATI IN LITE CON MOHAMMED?
E'una Euskal che si presenta al tavolo dell'asta coi gradi di campione del mondo e tanto da dimostrare. Un organigramma espanso quello dei baschi, che si presentano al cospetto della nuova stagione senza il pupillo Del Piero ma con un nuovo osservatore, il Magretti, grande conoscitore dei campionati minori. Visti i periodi di incostanza della squadra nelle precedenti stagioni la preparazione è stata affidata al prof. Terranova, uomo dai dubbi gusti politici ma molto preparato nel suo campo. L'euskal in fase di mercato si è aggiudicata sicuramente due dei migliori portieri a disposizioni coprendosi bene in uno dei reparti più importanti. La difesa a parte Zanetti ha visto gli acquisti di alcune scommesse, mentre il centrocampo ha visto il rinnovo contrattuale per Morfeo e Liverani. Il vero reparto forte però pare essere l'attacco, dove si è vista la mano di Magretti che ha apprezzato molto l'acquisto di Mutu (i paesi dell'est mi hanno dato sempre grosse soddisfazioni, ha dichiarato "il magro")e di Budan ("è un giovane forte fisicamente e interessante tecnicamente...e poi i soldi per Budan sono sempre soldi ben spesi, ha dichiarato il supervisor con sottile ironia"). Estate tormentata per la squadra di Pomati.Dopo l'ultimo posto in classifica il presidente Mohammed ha deciso di lasciare l'incarico assumendo il ruolo di patron,dando così a Pomati carta bianca sotto qualsiasi aspetto.
La prima mossa è stata quella di cambiare la sede della squadra,trasferita nello Stargate,in modo tale da poter leggere il futuro e gestire la campagna acquisti della squadra. Difficile è stato trovare una terza persona che si occupasse della presidenza:così dopo i nomi di Magretti(bocciato per evidenti discordanze politiche e calcistiche con l'allenatore),il Pino si è offerto di gestire lui gli interessi della squadra dal punto di vista dell'immagine.Infatti il primo dictat del Neo-presidente sulla campagna acquisti è stato"Spendi il più possibile che fatturiamo tutto". L'idea delle accompagnatrici è stata poi opera di Pomati,non si sa per rilanciare l'immagine della squadra o per difendersi dalle continue aggressioni da parte del chiocciola,che lo accusa di non accompagnarlo mai a funghi in Val Vigezzo. Notevole risalto ha dato invece la decisione di prendere solo giocatori italiani,forse per sottolineare il fatto che il calcio migliore lo giocano gli italiani(così la pensa Mr.Pomati)o che gli italiani sono quelli che scopano meglio(Così la pensa Chiocciola).
GENTE A STELLE E STRISCE FAZZINI, 115 MILIONI PER KAKA'
Chiamiamola Gente + triste:la partenza della sua amata Vale ha lasciato triste e avvilito Mr Cagniney e tutto ciò ha influito sulla campagna acquisti della squadra.Gli obiettivi di mercato erano Lucarelli,Koldrup e Gilardino e Fede si è dovuto accontentare di Super Pippo Inzaghi. Sentito telefonicamente Il presidente Nugnes ha tuonato quando ha saputo che il suo allenatore potrà sedere sulla pachina della squadra fino al 20 di ottobre"quello lì(Cagniney,ndr)non può fare quello che vuole.Appena lo becco ne sente quattro". Più pacato e distaccato l'amministratore delegato "I conti tornano,siamo in attivo.Il nostro campionato,quello del bilancio,l'abbiamo vinto,a differenza di altre squadre".
Resta quindi a pesare come una spada di damocle chi gestirà la squadra da novembre a marzo:cagniney ha proposto allenamenti in videoconferenza,ma i problemi di fuso orario non lo permettono.Si è parlato di Giovannino,ma da dicembre entra in letargo e fino a marzo non c'è.Tutti i nomi convergono quindi su una gestione mensile della squadra da parte di Mr.Cagniney,con la supervisione del presidente Nunes.
Fazzini voleva Kakà e lo ha ottenuto anche se gli è costata una folle cifra.L'allenatore più ambiguo della fantagalla si è così assicurato al firma di uno dei giocatori più forti al mondo e di  quel Cristian Vieri che tanto ha voluto l'anno scorso e che tanto lo ha fatto penare.

IL COLPO DEL MAGRO

CALZINI CON UN OCCHIO ALL'ORARIO SHOOTERS, CHE TRISTEZZA DI ARTICOLO
Il vero problema dei Calzini durante l'asta è stato quello dell'ora. Pare infatti che il cervello di Protasoni da domenica a giovedì funzioni fino alle 23.30:cosa succeda dopo quell'ora in quella testa non si può sapere ma gli acquisti sono stati fatti per poter chiudere il più in fretta possibile l'asta. Da censura il suo continuo contare fino al 3 durante l'asta per accelerare le operazioni,i suoi rimproveri nei confronti di Nastari per l'atteggiamento sbarazzino verso giovani clienti venute all'altra testa e il gesto di spegnere la televisione per evitare che gli altri giocatori si distraessero per vedere la partita dell'Italia. Venendo al mercato,Nicola si è assicurato la firma di uno dei suoi pupilli,Crespo, la conferma di Pellisier,una delle sorprese della passata stagione e il centrocampo più forte del campionato prendendosi Vieira e Cambiasso. Se pensavate che vincere lo avesse stancato,vi sbagliate:Protasoni vuole vincere per la terza volta il campionato per entrare nella storia della Fantagalla. Rivoluzioni societarie anche in casa Shooters.Sparito da tempo il prepararatore atletico,per motivi di carattere personale(che forse neanche lui sa),abbandonato dalla First Lady,l'unico che è rimasto a dare conforto a questo team è il mero proprietario, Canazza, che mai ha abbandonato Gualdoni in questa lunga avventura.
 
IL FASCISTA SPODESTATO E' UNA L.S.D. AGGUERR-ITA
Mr.Brogioli è senza dubbio il vero protagonista del mercato estivo.Reduce da una vacanza un pò burrascosa ad Ibiza("mi hanno rubato tutto,ma non il siero dell'eterna giovinezza"queste le sue prime parole dopo lo spiacevole episodio in cui è rimasto vittima)è tornato ancora più carico di prima,consapevole che l'unico modo di vincere è giocare con due punte forti ,come ha sempre detto il suo amato presidente. E' per questo infatti che si è assicurato due punte forti come Gilardino e Adriano,anche se resta da stabilire quanto tutti questi nuovi acquisti potranno rimanere in rosa fino alla fine dell'anno,vista l'abitudine del Mister di Cardano a trattare i suoi giocatori come figurine. Emblematico è il caso di Adriano che ha sbottato alla vista della nuova casa"ho fatto due anni a viverein uan lussuosa villa pur di essere vicino al mio vecchio mister(Pomati,ndr)che mi coccolava prima di andare a letto". E' un Paolino spumeggiante quello che si presenta per l'asta. Lui contava di poter gestire una squadra, ma regole interne non hanno permesso la crezione di una lega a 9 squadre.Così,armato di cartelletta e appunti,si è messo a disposizione dell'amico De Gregori per la creazione di una squadra da sogno. "Con Sicignano e De sanctis ci siamo assicurati due portieri di grande livello,Carrozzieri è un mio pupillo mentre Mexes e Dainelli ci garantiscono quella soilidità difensiva che ci mancava.Per quanto riguarda il centrocampo vi dico solo due nomi:Pizarro e Mancini,mentre per l'attacco con Ibrahimovic abbiamo gli assist,con Suazo i goal,e con Silvester Stellone la forza se eventualmente c'è una rissa"queste sono state le parole di Degregori dopo l'asta. Più cauto invece Paolino"abbiamo bisogno di tranquillità.Partiamo per favoriti?no,però l'esperienza dell'anno scorso ha aumentato la nostra consapevolezza che possiamo fare bene" Assente invece all'asta Siniscalchi:il week end passato a Bologna è stato talmente massacrante da farlo ammalare. Auguri di pronta guarigione Beppe!!