Crea sito

 TORNA LA KAZETA  TORNA IL PERIODICO IN FORMA ERMETICA, COMPRENSIBILE SOLO A POCHI ELETTI

Che fenomeni!!!

Il Fenomeno torna in Italia e i baschi lo mettono subito in vetrina al centro del loro prolifico attacco


EL MAGICO Y EL GORDO GLI SHOOTERS RINGRAZIANO LA MACEDONIA
E'un acquisto atteso mesi e mesi e costruito grazie ai risparmi in fase di asta iniziale quello di Ronaldo in casa dei baschi. Si attendeva Ronaldinho, invece è arrivato Ronaldo, ma il centrattacco brasiliano ha subito incantato con una doppietta e un assist. Simpatico come sempre il tecnico partenopeo che svaria su più fronti parlando del neo-acquisto: "Il Fenomeno alla corte del Mago? Per l'anno prossimo abbiamo anche pronti i nani mangiafuoco da schierare come trequartisti! Inoltre eravamo giunti alle buste per decidere la comproprietà della Donna Cannone, ma all'ultimo momento è arrivata la fumata nera." Un'ultima domanda è stata rivolta sul simpatico intreccio di nomi nell'attacco della Selekzioa e Nastari ha risposto a tema: "Rolando (Bianchi, ndr) con la maglia 9 e Ronaldo con la 99? Non ci confonderemo, tranquilli. Avevamo ingaggiato anche il prete di San Sebastian, Don-Aldo che avrebbe dovuto giocare con la 69, ma ha detto che era contro i suoi principi!" E' a tutti noto come l'uomo del Montenegro (rigorosamente senza ghiaccio), ma da oggi sarà forse un po' più ampio il suo raggio d'azione a livello di fama, potrà essere definito l'uomo dei Balcani (o dei balconi e balconcini). Grazie alla doppietta del macedone Pandev si assicura un punticino contro la capolista che è un ottimo risultato Se la cava con ironia in sala stampa Gualdoni: "In tanti in questa lega sono alla frutta, noi invece eravamo già all'amaro e ora siamo tornati a gustarci una macedonia, con predilezione per le pere!".
CALZINI FAZZINI FIUTA LA RIMONTA?
ANKARA - Brutta figura per il presidente della Banca Mondiale. Domenica, durante la sua visita in Turchia, ha vissuto dei momenti imbarazzanti prima di varcare la soglia della famosa moschea a Edirne. Appena tolte le scarpe (un rituale che simboleggia la volontà di lasciare all'esterno ogni impurità) ecco venire alla luce i buchi appena creatisi nei calzini grigi. A riportare la notizia l'emittente turca Ntv che ha seguito passo passo il presidente della Banca Mondiale durante il suo viaggio ufficiale in Turchia. E la stampa del paese, ha riproposto la foto dando grande risalto alla notizia dei calzini bucati. Il commento sarcastico del quotidiano «Hürriyet»: "Il capo dei soldi ha buchi nelle calze". Fazzini non appare turbato dalle ultime vicende che hanno toccato l'NCT. In settimana il suo test dell'etilometro scampato grazie alla simpatia mostrata verso le forze dell'ordine hanno toccato il clan rossonero, ma il mister ha saputo mantenere la calma. "Ho fiutato una certa ostilità nei confronti della nostra società, ma ho preferito stare a guardare gli avvenimenti, senza commentare e senza metterci il naso, avrei solo peggiorato la situazione che ora invece pare essersi tranquillizata. Oltretutto gli avvenimenti hanno fatto passare in secondo piano i due punti che abbiamo rosicchiata alla capolista sul campo! Ciò non toglie che comunque tutta questa vicenda abbia lasciato l'amaro in bocca".
GENTE FELICE E LA VITTORIA CHE NON VIENE PRODI CADE, SILVIO SI RIALZA
Il padre padrone della Gente Felice, Nugnes, sceso in campo personalmente in questa stagione a causa dell'assenza del tecnico Cagniney, non riesce ad ottenere successi in campionato. Forse distratto dall'amore, forse nostalgico del proprio tecnico, il rude tecnico di Moriggia non riesce a trasmettere ai propri giocatori le giuste motivazioni. "I miei giocatori sono stati tartassati dagli infortuni in questa stagione. Inoltre una strana situazione si crea all'interno dello spogliatoio ogni domenica da quando è entrata nello staff la nuova responsabile marketing Vicky. Quando io cerco di spiegare gli schemi prima della partita tutti si assentano a turno per andare in bagno, in concomitanza con la irraggiunginilità della responsabile marketing, mi chiedo come mai." (Nella foto Vicky mostra il nuovo WC pubblico by Gente Felice). Settimana positiva per Forza Silvio e per il proprio tecnico che vedono guadagnare punti nelle azioni della FantaGalla. Prima un importante successo in campionato che porta la squadra ad un punto dalla zona Champions League e poi un sussulto al cuore grazie alle dimissioni che vedono il leader massimo della società riprendere vigore in ambito politico. Brogioli ha commentato gli avvenimenti con una simpatica battuta:"L'ulivo? Ha fatto cadere i propri frutti, ora è tempo di raccoglierli per tornare a produrre olio di ricino!". (Nella foto un faccia a faccia societario che forse ha ridato slancio al team).
LSD IMBARAZZANTE IL PUMA AZZANNA LA PECORELLA
La coppia Degregori-Lattuada, orfana in questa stagione di Siniscalchi è apparsa estremamente confusa in fatto di scelte nell'ultima sfida casalinga. Quasi delirante Lattuada ai microfoni di Radio FantaGalla: "E' stata una partita in cui gli avanti avversari penetravano da ogni lato nella nostra area di rigore. Il nostro uomo di fantasia a centrocampo, Jimenez, è stato costretto a fare filtro, a provare a contenere gli stantuffi avversari che però sfondavano senza esitare. Nel centrocampo rivoluzionato dal mercato c'era poca intesa e i rapporti tra i compagni erano ancora freddini, quindi l'altro nuovo innesto Manolo (Pestrin, ndr) è stato costretto a fare tutto da solo, su e giù inesauribilmente sulla linea mediana del campo. Speriamo in una rapida amalgama entro il prossimo match per poter tornare ad ambire molto in alto". E' un Pomati spietato quello che stende l'LSD, a tratti biblico. Un allenatore che ha faticato molto in questa stagione per ottenere dei successi, un emulo dell'altrettanto biblico Giacobbe che dovette prestare servizio presso lo zio Labano per ben 14 anni prima di ottenere in moglie la propria amata cugina, figlia dello stesso Labano. Felice chiaramente il tecnico che ha dovuto comunque rispondere a delle critiche degli avversari all'arbitrato:"LSD si lamenta per il primo gol subito? Quagliarella era perfettamente in gioco, io sono completamente d'accordo col guardalinee. Ora noi guardiamo avanti con fiducia al prosieguo del campionato cercando di tirare più acqua possibile al nostro mulino, così come faceva il povero Giacobbe". (Nell'immagine l'opera del 'Maestro dei dodici apostoli' intitolata Rachele e Giacobbe al pozzo)