EUSKAL HERRIA NON APPROFITTA DEL PASSO FALSO DEI CALZINI

Ez lokarriak Euskal Herria!

Nonostante la Domenica sfortunata i tifosi baschi ci sperano ancora

 

         CREDERCI, CREDERCI

"Ci sono squadre che hanno carattere, che non muoiono mai, che sentono la sconfitta come un marchio inaccettabile. Sono le stesse squadre che alla fine vincono sempre".

Un vecchio drago della panchina come Vujadin Boskov soleva ripetere:"partita finisce quando arbitro fischia". Beh,pare che in molti siano stati a sentirlo negli ultimi anni.

Come dimenticare la finale di Champions League tra Manchester e Bayern, risultato rimontato negli ultimi due minuti di gioco. E di certo i tifosi interisti non dimenticano lo scudetto perso lo scorso 5 Maggio a favore della Juventus all'ultima giornata, e così via.

Bene, questo sembra voler ricordare capitan Totti ai suoi compagni in questi giorni nonostante i 2 punti buttati via domenica per colpa di qualche ammonizione di troppo che non ha consentito alla tricolore di guadagnare qualche lunghezza sulla capolista Calzini.

 


Batasuna F.C. raggiunge il pareggio contro l'All Star 44, che si ripropone nuovamente come ammazza-grandi, solo allo scadere e rimane agganciato all'Euskal Herria in seconda posizione avendo fallito il sorpasso ai danni dei cugini baschi. Mister Babini torna ad occuparsi della propria formazione dopo un periodo di inattività e non riesce a portare a casa più di un punto a causa della scarsa vena dei suoi attaccanti e soprattuto di Roberto Baggio che non ripete la prestazione da 9 della giornata precedente

 

La grinta del Malaga questa domenica abbandona la squadra di Umberto regalando solo noia a causa dell'ennesimo errore di scelta nel valzer delle punte che questa volta vede Cruz, protagonista di giornata, lasciato in panchina a favore di uno spento Cossato che non si propone sul tabellino dei marcatori come invece era accaduto la scorsa settimana.