Fraud Street Run, la gara di 18 km ispirata dalla gaffe del team di Trump

Condividi
  • 78
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    78
    Shares

Donald Trump non smette di riempire le pagine delle testate giornalistiche con articoli sui suoi capricci post-elettorali.

Tutto ci saremmo aspettati però, tranne che vederlo comparire su riviste cartacee e/o online specializzate in running.

Ci ha pensato Jeff Lyons, un noto podista americano ospite spesso di podcast e trasmissioni sulla corsa.

Una corsa per beneficenza

Jeff ha organizzato una gara podistica, la Fraud Street Run (la corsa su strada dell’imbroglio) che avrà come data di svolgimento Domenica 29 Novembre, alle ore 9.00, in quel di Philadelphia.

La corsa si svolgerà fisicamente lungo la strada di circa 18 km che congiunge il Four Seasons Hotel e il Four Seasons Total Landscaping. Oppure ci sarà la versione virtuale (qui le info)

Obbligo di mascherine, distanziamento sociale tra i partecipanti, nessuna premiazione per i vincitori ne ristoro durante e dopo la gara.

Non ci sarà nemmeno nessuna tassa d’iscrizione da versare prima della partenza, ma gli organizzatori propongono ai partecipanti di versare un minimo di 10 Dollari all’associazione Philabundance, impegnata nel sostegno dei poveri con mense e donazioni di cibo.

La gaffe dei Four Seasons

Sabato 7 Novembre, in attesa degli ultmi risultati elettorali che hanno avrebbero la vittoria di Biden nella corsa alla Casa Bianca, Trump ha convocaato il suo team di avvocati e i giornalisti per esternare le sue convinzioni su eventuali brogli elettorali e per minacciare azioni legali.

La conferenza stampa inizialmente era stata annunciata da un tweet sul profilo di Trump con un appuntamento al Four Seasons.

Poco tempo dopo, sullo stesso profilo l’appuntamente era stato specificato al Four Seasons Total Landscaping (un negozio di giardinaggio vicino a una attività di onoranze funebri e un sexyshop.

Rudy Giuliani, noto per essere stato ex sindaco di New York e ora avvocato di Trump, ha quindi dovuto in tutta serietà muovere le proprie accuse di brogli da un palco allestito in un parcheggio con lo sfondo creato dai pannelli della campagna Trump appesi alla porta di un garage.

Ovviamente, tutto questo è avvenuto perchè chi si doveva occupare della prenotazione dello spazio conferenze presso la nota catena di Hotel è stato tratto in inganno dall’omonimia col negozio di giardinaggio e ha telefonato presso quest’ultimo.

Il successo pubblicitario del negozio di giardinaggio

Il parcheggio del Total Landscaping è divenuto quasi in immediato lo scenario ideale per una VrChat di cosplayer appassionati di Furry Fandom (personaggi pelosi con caratteristiche antropomorfe) che hanno ricreato l’esilarante conferenza stampa del team dell’ex presidente USA.

Il negozio nel mentre ha deciso di cavalcare l’onda e aprire un sito per l’e-commerce dei propri prodotti.

Il merchandising proposto on-line ha sfruttato a suo favore gli slogan del presidente uscente facendoli propri. Si possono infatti acquistare mascherine facciali e adesivi con slogan quali Lawn and Order (Prato e Ordine). Il notissimo Make America Great Again è divenuto invece Make America rake again (Rendi l’America nuovamente rastrellata).

(Visited 118 times, 1 visits today)

Condividi
  • 78
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    78
    Shares