Mugnosso precede Giudici. Soffientini e Cuneaz ancora da PB. Merlo tra le donne

Condividi
  • 79
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    79
    Shares

MILANO, Domenica 19 Luglio 2020 – Al campo XXV Aprile, torna di scenza il podismo lombardo per un meeting in pista.

Diversi i protagonisti già datisi battaglia in terra elvetica al Meeting di Losanna.

Martina Merlo precede Giovanna Epis

Tra le protagoniste della serata figurava infatti Giovanna Epis (Carabinieri), vincente a Losanna sui 5000m ma seconda a Milano dietro a Martina Merlo (Aeronautica) che si aggiudica il duello azzurro. L’ex campionessa italiana di cross, con il tempo di 9’29″04 precede la maratoneta che si chiude la sua prova in 9’36″29. Terza piazza per la promettente Giovanna Selva dello Sport Project Vco, specialista di corsa in montagna, e oggi capace di infrangere per la prima volta il muro dei 10 minuti, chiudendo in 9’50″30.

Soffientini e Cuneaz sportellano per il PB dietro a Mugnosso e Giudici

Tra gli uomini è invece Riccardo Mugnosso a vincere la gara dei 3000 metri. Il portacolori dell’ Atletica Vis Nova Giussano è stato capace di limare di oltre venti secondiil proprio personale, chiudendo la gara in 8’12″66.

Dietro a Mugnosso battaglia durissima con Marco Giudici dello Sport Project VCO che la spunta per la seconda piazza in 8’15″38. Si rinnova per l’ultimo gradino del podio la sfida tra Andrea Soffientini e Renè Cuneaz dopo il duello di Losanna per la medesima posizione. Anche in questa occasione il duo ha stampato un personal best sulla distanza, con il portacolori dell’Azzurra Garbagnate che ha preceduto l’alfiere del CUS Pro Patria coi tempi di 8’16″07 per Soffientini e 8’16″76 di Cuneaz.

Qua tutti i risultati

Un post lockdown dalle grandi imprese

Questo lockdown che avrebbe dovuto fare molti danni agli atleti di vertice si è rivelato forse miracoloso per la forma di diversi atleti, capaci, forse grazie al riposo forzato dalle gare di ricaricare le batterie.

Mi era capitato di parlare personalmente con Soffientini dopo la performance di Losanna e le aspirazioni erano buone ma si sono rivelate poi ancor più rosee:

Andrea, tu che sei ormai il topo da laboratorio di Massi Milani in merito a test scarpe, quali scarpe hai usato in gara a Losanna?

Andrea: Vapor next con 50 km circa percorsi all’attivo. (la stessa scarpa è stata usata al meeting di Milano, ndr)

Con te non si può far a meno di una domanda sul cibo. Ultimo pasto prima della gara?

Andrea: Ho mangiato pasta in bianco e bresaola alle 12. La gara era alle 21.30

Pensavi di essere già a questi livelli dopo il lockdown? A quale crono puntavi sui 5000?

Andrea: Puntavo a 14:30 ad andare bene 14:25 circa

Previsione per il crono sui 3000 di Milano?

Andrea: 8’10” – 8’11”, ma solo per il risultato di Losanna ritoccato in prospettiva

Una dedica per questi risultati? A tutti coloro che ti denigravano in quarantena?

Andrea: Sarebbe figo… Ci penso ogni volta..

Bisogna dire la verità in modo oggettivo però… Se aveste visto le foto delle torte di Babà napoletani che Andrea cucinava in quarantena non avreste scommesso un solo centesimo su risultati del genere.

A me comunque piacerebbe ricordarvi un piccolo pasto post allenamento che si era concesso dopo un lento in cui mi aveva tirato per un medio prima del lockdown:

Il panino del lockdown

  • pane ai cereali
  • prosciutto di Praga
  • insalata
  • burro di arachidi
  • mozzarella

Il panino del Cannibale

  • 2 fette di pane bianco in cassetta (possibile anche con filoncino di pane bianco)
  • burro ammorbidito
  • ½ barattolo di burro di noccioline
  • 2 grandi banane

In eventuale aggiunta
1/4 barattolo di miele
8 fette di bacon croccanti

(Visited 198 times, 1 visits today)

Condividi
  • 79
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    79
    Shares