103ª Sette Campanili, filOTTO per Oukhrid

Condividi
  • 12
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    12
    Shares

CAVARIA CON PREMEZZO – Cielo terso e temperatura che non ha tardato a scaldarsi non appena i runners accorsi per la 103ª Sette Campanili hanno iniziato ad incolonnarsi sotto al gonfiabile all’interno del centro della gioventù di Cavaria con Premezzo.

partenza sette campanili n°103Bambini pronti a dire la loro sul mini giro, famiglie intere riunite passo dopo passo per seguire le stradine del proprio paese sfidando il vicino di casa, e soprattutto runners agguerriti pronti a smaltire dosi elevate di acido lattico lungo le salite e le scalinate della “regina”.

Il percorso risulta ancora più allungato rispetto alle ultime edizioni, e quest’anno supera i 16 km ripartiti tra salite e discese, asfalto e tratto boschivo.

La concomitanza di un evento di potenza mediatica assoluta come la DeeJay Ten di Milano, ha richiamato fuori provincia molti podisti, ma ciò non ha intaccato i numeri elevatissimi di presenze registrati anche quest’anno per la decana delle corse varesine. 1121 sono risultati gli iscritti alla corsa ideata nel lontano 1914 dalla società ginnastica Sempre Avanti.

Alle ore 9:00, il countdown dello speaker Andrea Basoli ha dato il via alla 103ª Sette Campanili, inserita nel circuito del Piede d’Oro.

Come di consuetudine, sono stati due i punti che hanno fatto selezione nella testa del gruppo: le scalette di Santo Stefano e di Orago, di 140 metri di lunghezza e 30 di dislivello la prima, di 58 metri di lunghezza e di 21 metri di dislivello la seconda, entrambe con pendenze tra il 20 e il 30%.

arrivo sette campanili 103Ai piedi della gradinata di Santo Stefano si assiste al primo attacco, con Ahmed Nasef che prova a sfoltire il grupo degli apripista, mentre sulla seconda parte l’attacco di Lhoussaine Oukhrid (Caivano Runners) che guadagna quel distacco che si rivelerà fondamentale per la vittoria finale.

E’ infatti l’atleta di Marrakech il primo a transitare al traguardo posto nel campo sportivo di Cavaria in 54’46”, seguito dai portacolori dell’Atletica Desio, il campione italiano di maratona Ahmed Nasef e Lancen Mokraji.

La classifica femminile ha invece visto Erika Caccamo dell’Atletica Azzurra Garbagnate prevalere su Rosanna Urso (Athlon Runners) e Marta Dani (Runners Valbossa).

podio maschile sette campanili 103

CLASSIFICA MASCHILE: 1-Lhoussaine Oukhrid (54’46”), 2-Ahmed Nasef (55’18”), 3-Lancen Mokraji (55’18”), 4-Matteo Borgnolo, 5-Stefano Bianco, 6-Facundo Medard, 7-Rahhal Nader, 8-Marco Brambilla, 9-Fabio Caldiroli, 10-Paolo Proserpio

podio femminile sette campanili 103

CLASSIFICA FEMMINILE: 1-Erika Caccamo (69’23”), 2-Rosanna Urso (70’23”), 3-Marta Dani (72’31”), 4-Lorena Strozzi, 5-Elena Soffia

podio maschile cavaria 7 campanili 103

Per quanto riguarda infine la classifica destinata ai top runners primatisti di Cavaria, podio maschile della 103ª Sette Campanili composto da:

1-Fernando Coltro, 2-Biagio Cantisani, 3-Tommaso Ambrosca

Per la classifica femminile tra le atlete di casa ad avere la meglio è stata Sofia Barbetta su Stefania Magnoni e Sabrina Gussoni

podio_donne_cavaria_103_sette_campaniliNel giro da 4,5 km destinato ai ragazzi, sono invece saliti sul gradino più alto del podio Lorenzo Bellotti e Francesca Mentasti.

Il Piede d’Oro tornerà in scena, con la sua ultima tapa del 2017, settimana prossima ad Albizzate per la 24ª edizione della Stracascine, organizzata dalla Pro Loco di Albizzate.

 

Tutte le foto di Arturo Barbieri della edizione numero 103 della Sette Campanili sul sito di Podisti.net

(Visited 97 times, 1 visits today)

Condividi
  • 12
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    12
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.