DeeJay Chiama Italia

Vivete, fino alle lacrime, ma vivete – 14 Settembre 2012



“Devi conoscere la risposta a questa domanda. Se dovessi morire adesso cosa penseresti della tua vita?”
Tyler Durden

Questa è una frase simbolo di Fight Club, il libro di Chuck Palahniuk trasposto cinematograficamente da David Fincher.

E’ una frase da Samurai. Nel Bushido, il codice dei samurai, si dice che infatti bisogna essere pronti a morire in ogni momento della giornata, senza aver nulla in sospeso. Solo così si padroneggia la via.

C’è chi si gode la vita, c’è chi la soffre, invece noi la combattiamo.
(Antico detto degli Urca Siberiani)

Questa frase è tratta da Educazione Siberiana, il libro di Nicolai Lilin, che parla della sua infanzia, del suo essere cresciuto con gli insegnamenti del suo popolo, gli Urca. Un popolo con tradizioni e propri principi, non riconosciuto a livello internazionale, privo della propria indipendenza. Proprio per questo essi non  riconoscono le autorità, sia quelle civili che quelle religiose.

Gli Urca, in quanto “ultimo tra i popoli”, si riconoscono protettori degli ultimi della società, poichè secondo i loro principi sono anch’essi voluti da Dio.

La Siberia è anche protagonista del viaggio di Rob Lilwall, professore di geografia in una scuola dell’Oxfordshire per due anni. Dal settembre 2004 all’ottobre 2007 è tornato dalla Siberia all’Inghilterra attraversando l’Asia in bicicletta

In bici dalla Siberia a casa” racconta il suo epico viaggio per tornare in Inghilterra. Riuscirà a pedalare di nuovo per le strade di Londra solo dopo tre anni e 56.000 chilometri.

Rob ha pubblicato un libro sulla sua esperienza ed ha anche realizzati filmati amatoriali dai quali è stata tratta una serie tv in sei puntate

 

(Visited 357 times, 1 visits today)